Camion per passione!

Forum Italiano dei Camion
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividi
 

 Fiat 682 truck vintage i nonni iveco

Andare in basso 
AutoreMessaggio
el magutt

el magutt

Messaggi : 4527
Data di iscrizione : 09.11.13
Età : 62
Località : leno lombardia brescia

Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Empty
MessaggioTitolo: Fiat 682 truck vintage i nonni iveco   Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Icon_minitimeVen Ago 15, 2014 9:26 pm

Il Fiat 682 è il primo vero camion e trattore per semirimorchi versatile, prodotto dalla Fiat Veicoli Industriali dal 1952 al 1988.

Nel 1952 l'Italia adotta un nuovo codice della strada ed impone nuove prescrizioni. È così che appare un nuovo modello che sarà l'autocarro più apprezzato del mondo [senza fonte] , il Fiat 682N, chiamato il re dell'Africa. Inizialmente presentato in versione autocarro di 14t, come lo vuole il nuovo codice stradale italiano, inaugura una nuova cabina avanzata Fiat con i "baffi". Il Fiat 682N sarà in seguito nel 1953 declinato anche in versione 6x2 e trattore. Questi autocarri pesanti hanno un motore Fiat 203 dalle caratteristiche record, 6 cilindri in linea di 10.676 cm³ e 140 CV a 1.900 g/min. Questo motore sarà il primo di una grande serie, alcuni esemplari della quale vengono montati ancora nel 2006 in alcuni autocarri Fiat fabbricati in Brasile ed in Australia e una versione a cilindri orizzontali dello stesso denominata 203s è stata montata con successo su 80 automotrici diesel delle Ferrovie dello Stato (ALn 668 serie 1400), il famoso motore Fiat 8210 di 13798 cm³ che può sviluppare fino a 400 CV a 1.800 g/min. Il Fiat 682N conoscerà 4 serie: N (1952), N2 (1955), N3 (1962) e N4 (1967) e sarà presente sul listino per 32 anni.
Fa parte della vasta famiglia di camion medi e pesanti degli anni '60 dotati della cabina Fiat "Baffo" (619, 639, 642, 643, 645, 650, 662, 671, 682, 683, 690, 693). Questo veicolo sarà prodotto per oltre 36 anni ed è il principale mezzo di trasporto ancora oggi in servizio in Africa: venne sostituito dal Fiat 619 N1.

Progettato per soddisfare le esigenze di tutte le missioni estreme, anche off-road, per carichi da 14 a 44 tonnellate, questo camion si è ritagliato una reputazione senza eguali in robustezza e affidabilità. In Africa, ci sono ancora tali veicoli, fabbricati localmente o importati dall'Italia con oltre 10 milioni di km di percorrenza effettuata.

Disponibile in versione solo 4x2, nelle versioni N3 ed N4 è dotato del motore in linea a 6 cilindri Fiat 203 di 11 548 cm3, avente una coppia massima a soli 900 giri al minuto.

Come per tutta la gamma Fiat del tempo fino al 1974, la guida è a destra per il mercato italiano e a sinistra per l'esportazione, eccetto la Gran Bretagna.


Il Fiat 682 RN è un modello di autobus derivato dall'omonimo autocarro, dove R sta per "ribassato". È stato sostituito nel 1956 dal Fiat 306, il primo autobus progettato ex novo come tale, e non come allestimento particolare della meccanica di un camion.

Il 682 RN era disponibile in versioni di linea e gran turismo. In particolare è stato carrozzato da diversi carrozzieri come, ad esempio, Barbi.

Costruttore bandiera FIAT
Tipo Autocarro
Inizio produzione 1952
Sostituisce Fiat 680
Fine produzione 1988
Sostituito da Fiat 684
Torna in alto Andare in basso
el magutt

el magutt

Messaggi : 4527
Data di iscrizione : 09.11.13
Età : 62
Località : leno lombardia brescia

Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Empty
MessaggioTitolo: Re: Fiat 682 truck vintage i nonni iveco   Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Icon_minitimeLun Ott 14, 2019 4:52 pm

La Fiat 682 è il primo vero camion multiuso, camion e rimorchio del trattore, prodotto dal produttore italiano Fiat VI dal 1952 al 1988.

Fa parte della grande famiglia di autocarri pesanti Fiat VI equipaggiati con la cabina "baffo" della Fiat - con i baffi.

Questo veicolo sarà prodotto per oltre 36 anni e sarà il principale strumento di trasporto attualmente in servizio in Africa. Copre la fetta di trasporto pesante da 16 a 40 tonnellate.

sommario
La Fiat 682 in sintesi
Equipaggiato con il famoso motore 6 cilindri in linea Fiat 203 con 11.548 cm 3 di cilindrata, aveva una coppia massima di soli 900 giri / min .

Progettato per soddisfare le esigenze di tutte le missioni estreme, anche fuoristrada, per carichi da 14 a 40 tonnellate, questo camion si guadagnerà una reputazione mai eguagliata al momento, robustezza e affidabilità. In Africa, troviamo ancora questi veicoli, costruiti localmente in Nigeria o importati dall'Italia con oltre 10 milioni di chilometri !!

Come tutta la gamma Fiat VI dell'epoca, e che fino al 1974, la guida è giusta per il mercato italiano, lasciata per l'esportazione, tranne la Gran Bretagna.

Disponibile come veicolo e trattore solo nella versione 4x2, rimarrà per più di 32 anni in Italia, (altri 4 in Etiopia e Nigeria) prima di essere sostituito da Fiat 619 , Fiat 683 e Fiat 684 .

La storia di un mito, il re d'Africa

La famosa cabina "baffo" Fiat di prima generazione, con guida a destra
prima serie 682N
La Fiat 682N , dove nella tradizione della Fiat VI dal 1931, N significa nafta - gasolio in italiano - è un camion 2 assi 4x2 che sarà trasformato da carrozzieri italiani specializzati in 6x2 con l'aggiunta di un asse autosterzante e sollevabile dopo il asse motore, con estensione del telaio, altrimenti davanti all'asse motore su una versione con telaio lungo. Quest'ultima soluzione è stata adattata in modo particolare agli usi in loco.

Agli inizi degli anni '50, la Fiat VI testò sulle strade del Nord Italia un nuovo modello destinato a sostituire il suo veicolo pesante, la Fiat 680 , il cui lancio risale al secondo dopoguerra , nel 1949. La Fiat 680 era un camion molto buono ma la sua cabina era datata e le prestazioni del suo motore non erano più in prima linea nella tecnica.

La Fiat inaugura sulla "682" una nuova cabina che sarà il segno innegabile del riconoscimento dei camion Fiat fino al 1974, la famosissima cabina "baffo" Fiat con i baffi.

Gli italiani spiegano la longevità di questo camion come segue:

il suo prezzo di vendita, il più competitivo di sempre,
la sua affidabilità e robustezza, mai eguagliate,
la sua semplicità costruttiva che può essere assemblata in molti paesi, senza subire difetti,
facilità di manutenzione grazie all'uso di componenti altamente affidabili e facilmente disponibili.
Specifiche 1a serie
Motore: Fiat tipo 203 * / - 10,6 litri - 151 CV
Cambio meccanico 8 + 2
PTC: carico camion 4x2: 14,0 tonnellate in Italia, 18,0 tonnellate in Europa, oltre a 18,0 tonnellate di rimorchio.
Semirimorchi per trattori PTR: versione T2 - 32,0 t.
La seconda serie 682 N2 / T2
Nel 1955, Fiat VI lanciò la seconda serie con la versione "682N2" e "T2". La Fiat non ha mai spiegato perché la versione N1 e T1 non fosse commercializzata in Italia; forse perché questo riferimento è stato utilizzato, internamente in fabbrica, per produzioni di turbocompressori in Argentina e Messico.

La Fiat 682N2 ha una cabina migliorata e leggermente diversa che verrà offerta anche nella prossima versione, la 682N3.

Nella stessa seconda serie, la Fiat ha lanciato la versione 682 N2S / T2S con un motore sovralimentato da 10,6 litri che sviluppa 180 CV . Questa versione rimarrà poco tempo in Italia, a causa dell'aspetto della terza serie, la 682 N3 / T3 che non riprenderà questa variante del motore. La Fiat 682 prodotta in Messico dalla Fiat- DINA SA e in Argentina manterrà sempre il motore sovralimentato.

La versione del vettore "682 N2S" fu commercializzata in Italia tra il 1959 e il 1961; la versione del trattore 682 T2S solo nel 1960 e nel 1961.

La società AIFO - Applicazioni Industriali Fiat OM - che utilizza le basi dei motori Fiat per la nautica, i generatori e altri usi specifici ha sempre sovralimentato i motori Fiat 203.

La Fiat 682 N2 ha una cabina semplice ma strumentazione completa e per le versioni stradali, offre un vero letto.

Come era consuetudine in quel momento in Italia e in molti altri paesi, i culturisti specializzati convertirono i camion 4x2 in 6x2 con l'aggiunta di un asse autosterzante e di sollevamento posteriore.

per le versioni stradali, l'asse è posizionato dopo l'asse motore con estensione del telaio che consente una combinazione 3 + 3 di 36 tonnellate o 3 + 4 di 40 tonnellate in Italia,
per le versioni costruttive, il telaio scelto è la versione lunga e l'asse viene aggiunto davanti all'assale motore; il PTC aumenta quindi da 14 a 20 tonnellate in Italia.
Come per tutti gli altri modelli della gamma Fiat VI , Fiat Bus utilizzava versioni del telaio per autobus con i principali componenti meccanici. È così che la Fiat 682N2 è stata convertita in una versione di autobus con il nome di Fiat 306 , che rimarrà come uno degli autobus più famosi del tempo. Ha usato lo stesso motore Fiat 203/61 ma posizionato orizzontalmente.

Verrà inoltre lanciata una versione a metano sulla base dello stesso motore Fiat 203 che sviluppò quindi 200 CV . Una versione di questo motore a benzina fu prodotta anche per veicoli militari Fiat CP56 6x6 .



La terza serie 682 N3 / T3
Con il lancio di questa versione N3 / T3 nel 1962, la Fiat mantiene la cabina modificata del 682N2 / T2 ma evolve il suo motore Fiat 203 * / 203/61 il cui dislocamento raggiunge 11 548 cm 3 con 180 CV ancora alla velocità spettacolare 1.900 giri / min .

I suoi concorrenti italiani all'epoca erano:

OM Orione con il suo grande V8 da 180 CV davanti ai lati lunghi e ripidi, ma è stato raddoppiato sulle rotte autostradali già molto sviluppate in Italia.
La Lancia Esatau B che aveva una cabina di lusso.
L' Alfa Romeo 1000 era più veloce in piano ma non in salita e il motore fumava molto.
L' autobus Fiat 306/2 con questo motore sovralimentato e carrozzeria specifica Viberti , sarà ampiamente esportato in Paraguay nel 1959.



La quarta serie 682 N4 / T4
Quest'ultima serie della Fiat 682 lo consacrerà re dell'Africa . Fu perché la Fiat aprì un impianto di produzione per questo modello in Nigeria che la versione N4 / T4 apparve nel 1970. La domanda ancora molto forte per questo camion costrinse la Fiat a tenerlo nel catalogo e migliorare significativamente la cabina per per renderlo conforme allo standard di comfort di questi anni.

La Fiat 682 N4 / T4 lascerà le linee di produzione dello stabilimento Fiat SPA a Stura, un sobborgo di Torino, alla fine del 1988.

produzione
La Fiat 682 è stata fabbricata nello stabilimento Fiat-SPA di Stura , vicino a Torino fino al 1988. Dal 1974, il camion era principalmente destinato all'esportazione in paesi africani dove la domanda era molto importante data la sua reputazione ma, è stato prodotto anche in molti altri paesi:

Messico
La Fiat 682 N2 / T2 è stata prodotta in Messico dalla joint venture Fiat- DINA SA . Le prime serie locali saranno equipaggiate con il motore Fiat 203.0 / 45 da 10,6 litri che sviluppa 160 CV a 2.000 giri / min . Questo camion aveva, come l'originale italiano, la cabina "baffo" Fiat di prima generazione.

La seconda serie DINA, la Fiat 682 N3 / T3 sarà equipaggiata con la nuova cabina "baffo" della Fiat corrispondente a quella della 682N2 italiana. L'anno seguente, il motore sovralimentato apparve con la variante N2S di 180 CV .

Belgio
A seguito degli accordi di cooperazione stipulati tra Fiat VI e Van Hool nel febbraio 1957, i camion Fiat 682 e 619 furono prodotti dal costruttore di autobus belga, oltre alle carrozzerie degli autobus Fiat 306 e 308 .

Nigeria
Ansioso di soddisfare la domanda dei mercati di molti paesi africani, la Fiat fu costretta a installare un'unità produttiva a Kano , in Nigeria, nel 1970, per liberare una linea di produzione nello stabilimento di Torino. Questo impianto produrrà il modello 682 nelle sue versioni N3 / T3 e N4 / T4 con una cabina adattata alle condizioni locali, una migliore ventilazione e aria condizionata opzionale.

Curiosità
La denominazione 682 che ha segnato il trasporto su strada per oltre 36 anni, è stata rilevata dal gruppo Fiat per un camion delle stesse dimensioni, ma prodotta in Cina da Iveco dal 2013, Iveco 682 . Questo camion è commercializzato in Cina ed esportato in paesi in cui i produttori asiatici distribuiscono i loro prodotti, come Asia e Africa.
FIAT 682
Fiat 682
Marca Bandiera: Italia Fiat VI
Anni di produzione 1952 - 1988
classe Camion pesante versatile
Impianti di assemblaggio Bandiera dell'Italia Italia Torino
Bandiera del Messico Messico - Ciudad Sahagún State of Hidalgo
Bandiera del Belgio Belgio Koningshooikt
Bandiera della Nigeria Nigeria Kano
Motore e trasmissione
Motore (s) Fiat diesel
Potenza massima a 1900 giri / min : 180 CV
Coppia massima a 900 giri / min : 740 Nm
trasmissione 4x2
Peso e prestazioni
Peso a vuoto 7.400 kg
PTC / PTR:
* 4x2: 14.000
* 6x2: 18.000
* con rimorchio: 36.000
* semirimorchio: 32.000 kg
Telaio - Carrozzeria
Carrozzeria (s) Telaio della cabina
dimensioni
larghezza 2.500 mm
Cronologia dei modelli
precedente Fiat 680 Fiat 619 - Fiat 683 - Fiat 684 seguente
Torna in alto Andare in basso
el magutt

el magutt

Messaggi : 4527
Data di iscrizione : 09.11.13
Età : 62
Località : leno lombardia brescia

Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Empty
MessaggioTitolo: il 682 fiat   Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Icon_minitimeMer Ott 30, 2019 1:52 pm

Il Fiat 682 ribattezzato semplicemente 82, così come accadde in seguito ai fratelli minori 642, 643 e 650, inaugurò dal punto di vista estetico una nuova tipologia di cabina avanzata Fiat, quella cosiddetta coi “baffi”, in pratica due nervature orizzontali che alleggerivano la grande griglia posta sul frontale della cabina.

Concepito per fronteggiare le esigenze del trasporto merci dell’immediato dopoguerra e dell’imminente ricostruzione, per carichi compresi tra 14 e 44 tonnellate.

L’abitacolo era molto spazioso, nonostante il vistoso tunnel motore, con ampie vetrature sui lati e grandi spazi interni; a spingere il pesante della casa torinese un generoso motore Fiat, il 203 dalle caratteristiche record per l’epoca, 6 cilindri in linea con distribuzione a valvole in testa e iniezione diretta, di 10.676 cm³ in grado di erogare 140 CV a 1.800 giri/minuto, per un P.T.T. di 14 tonnellate.

Il propulsore 203 trovò sempre posto nelle versioni successive, sul “fratello maggiore” 690 oltre che su alcune automotrici diesel realizzate per le Ferrovie dello Stato.

Il Fiat 682 sarà contrassegnato da 4 serie, identificate dalla lettera N, con le varianti contrassegnate dalla lettera T per i modelli destinati al traino dei semirimorchi

Nel film “Il Bestione” (1974) di Sergio Corbucci, la versione T4 fu protagonista insieme al Fiat 691N nelle mani dei camionisti Sandro Colautti e Nino Patrovita, al secolo Michel Constantin e Giancarlo Giannini.

L’82 ha stabilito anche il record di permanenza nelle linee di produzione -ininterrottamente dal 1952 al 1987 per ben 35 anni – sopravvivendo a quello che potremmo considerare suo figlio il “683” del 1966, ed anche a quelli che possiamo considerare come discendenti in linea retta: il “684” del 1971 ed il “160” del 1976.

Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Apertura10

Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Re-dAfrica

Fiat 682 truck vintage i nonni iveco PICT0654-Fiat-682N4

Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Fiat-682-n-1952-figurini


Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Fiat-682-n-1952-2

Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Fiat-682-n-1952


Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Pict0655-fiat-682n4
Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Pict1046-fiat-682




Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Pict1046-fiat-682

Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Empty
MessaggioTitolo: Re: Fiat 682 truck vintage i nonni iveco   Fiat 682 truck vintage i nonni iveco Icon_minitime

Torna in alto Andare in basso
 
Fiat 682 truck vintage i nonni iveco
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Camion per passione! :: Passion! :: Camion :: Iveco-
Vai verso: